sabato 18 agosto 2018

Chi si dedica al volontariato vive meglio

Chi si dedica al volontariato ha un’alimentazione più sana, meno sintomi depressivi e istruzione più elevata. È quanto emerge da uno studio americano su oltre 9.000 adolescenti e giovani adulti seguiti per quasi 15 anni. La ricerca è stata condotta dalla Scuola di medicina Wake Forest e dalle università Fordham e del Massachusetts (Usa) con l’obiettivo di verificare se l’impegno civico sia associato a maggior benessere psicologico e migliore qualità della vita.
LO STUDIO CONFERMA! Il risultato? Gli individui che si impegnano nel volontariato, ma anche quelli che esprimono le proprie opinioni politiche con il voto, godono di una migliore salute mentale, hanno abitudini più salutari e maggiori successi professionali, raggiungendo posizioni con reddito più alto. Come prevedibile, chi ha una buona sensibilità sociale è anche dotato di una maggiore spinta alla conoscenza con risultati più brillanti nel percorso di studi.

venerdì 17 agosto 2018

martedì 7 agosto 2018

Tumori cerebrali-cellulari: ancora nessun legame

Cellulari, Wi-Fi, radio, televisioni, microonde: le sorgenti di campi elettromagnetici ad alta frequenza sono ormai onnipresenti, e negli ultimi anni si sono diffusi i dubbi circa la loro sicurezza per la salute. Tuttavia, un nuovo

venerdì 3 agosto 2018

In Sudarica sempre più facile la caccia al leone

Non se la passano bene i leoni africani. La richiesta di parti del loro corpo - tra cui ossa, denti e artigli - cresce di giorno in giorno, principalmente dai Paesi del sud-

giovedì 2 agosto 2018

Salvini.il futuro Duce?


Le armi della guerra del futuro

La prossima guerra tra superpotenze potrebbe durare poco, e l'uomo potrebbe essere relegato a un ruolo di secondo piano. A combattere potrebbero infatti essere robot, droni e sistemi elettronici vari, molto più veloci ed efficienti degli

mercoledì 1 agosto 2018

Senza le tonsille, da adulti ci si ammala di più

È come togliere le tonsille, si dice, e nel linguaggio comune è sinonimo di "operazione di poco conto" per sbarazzarsi di un lascito, ossia un organo inutile, senza più funzioni. Per ciò che riguarda le tonsille non è proprio così, come del resto da tempo si